Lavoro, pesante il bilancio ieri: due morti e sette feriti

10 febbraio 2021 – Tre incidenti non mortali ma comunque gravi ieri che vanno aggiungersi al già pesante bilancio di due morti e quattro feriti. Un 50enne italiano residente in frazione Sant’Anna Boschi di Castellamonte, in provincia di Torino, è rimasto ferito in modo molto grave nel pomeriggio, mentre tagliava della legna su un terreno di sua proprietà. Un pesante ramo si è staccato all’improvviso da un albero e lo ha colpito alla testa. Con lui c’era il padre, che ha dato l’allarme. Sul posto è atterrato l’elicottero dell’emergenza sanitaria, che ha trasportato il ferito all’ospedale di Biella. A causa del grave trauma cranico che ha subito, i medici hanno poi disposto il trasferimento nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Novara. È mantenuto in coma farmacologico.
Sempre martedì pomeriggio verso le 14, alla ditta Leone Prefabbricati di Cassolnovo, in provincia di Pavia, un operaio di 51 anni che lavora per una ditta di Garbagnate Milanese, è caduto da un ponteggio che stava smontando. L’uomo ha riportato un trauma cranico ed è stato trasportato in elicottero in gravi condizioni al pronto soccorso dell’Humanitas di Rozzano.
Un lavoratore valtellinese di 49 anni è rimasto gravemente ferito ieri in un incidente avvenuto a Grosotto (in provincia di Sondrio). L’uomo, di professione piastrellista per una ditta, durante un lavoro in una casa privata del paese in via Statale, ha toccato accidentalmente un cavo della corrente scoperto ed è rimasto folgorato, perdendo conoscenza. Un elicottero di Areu, decollato dall’aviosuperficie di Caiolo (in provincia di Sondrio), è intervenuto in codice rosso per trasportare l’uomo all’ospedale di Sondrio.