Lavoro, le nuove attivazioni sono in maggioranza precari

17 settembre 2021 – C’è la ripresa ma il lavoro è precario. Secondo l’Osservatorio Inps sul precariato  sono state registrate oltre 3,3 milioni di attivazioni di rapporti di lavoro complessive e quasi 2,4 milioni di cessazioni con un saldo positivo nel periodo per 925.408 unità. La gran parte delle attivazioni sono state per contratti non standard (a termine, stagionali, in somministrazione ecc.) mentre le assunzioni a tempo indeterminato sono state 552.440, il 16,63% del totale (vanno poi aggiunte le trasformazioni). Anche grazie al blocco dei licenziamenti in vigore per tutte le imprese fino a giugno il saldo tra entrate e uscite è stato comunque positivo anche per i contratti a tempo indeterminato per 118.694 unità.