Roma, 10 settembre 2021 – Calabria, Campania e Sicilia sono tra le regioni in Europa con il più basso tasso di occupazione nella popolazione tra i 20 e i 64 anni, con meno della metà della popolazione in età lavorativa che ha un impiego. Sono i dati che emergono dal “Regional Yearbook 2021”, l’annuario Eurostat sulle regioni europee.
Nelle tre regioni del Sud Italia e in Sardegna si registrano anche percentuali tra le più alte di giovani disoccupati (con tasso uguale o superiore al 40%).
Il tasso di occupazione più elevato d’Europa — 86,5% — è stato registrato nella regione insulare di Åland (Finlandia). Al contrario, più di un quarto di tutte le regioni dell’Ue (65 delle 240 per le quali sono disponibili dati) aveva un tasso di occupazione inferiore al 70%.