Lavoro, il bilancio di ieri si aggrava: un morto e due feriti

 

Roma . 30 aprile – Si aggrava il bilancio degli incidenti di ieri. Un operaio  alla Teksid di Carmagnola, in provincia di Torino è precipitato da un’altezza di 7 metri mentre stava facendo dei lavori di saldatura. L’uomo, di 59 anni, è stato soccorso dai colleghi e poi trasportato in elisoccorso al Cto. A Trento, un uomo di 30 anni è morto mentre lavorava nei boschi attorno a Cavalese. L’uomo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato travolto da un tronco. L’incidente si è verificato ad una quota di circa 1.350 metri, in una zona impervia e quindi difficilmente raggiungibile. Sul posto è infatti intervenuto l’elicottero con l’equipe del Soccorso Alpino ed il medico rianimatore che ha tentato di salvare la vita all’uomo. L’ultimo incidente, sempre ieri, in mattinata nel giardino del liceo Scientifico “Francesco Vercelli” di Asti. Un giardiniere, impegnato a tagliare l’erba in un tratto di giardino attiguo al parcheggio dell’Istituto, è improvvisamente precipitato per vuoto passando sopra una grata. Una caduta di circa 4 metri che gli ha comportato gravi lesioni, tali da determinarne il ricovero in codice rosso all’ospedale di Asti, dove è giunto dopo essere stato riportato in superficie da una squadra dei vigili del fuoco dotati di apposita barella.