Roma, 10 marzo 2021 – Incidente sul lavoro accaduto ieri a Ospedaletto Euganeo, in provincia di Padova, dove il titolare di un’azienda è rimasto schiacciato da un macchinario per la lavorazione del marmo. I vigili del fuoco di Este, cittadina a pochi chilometri, sono intervenuti per liberare la vittima. L’uomo, di settantatré anni, è stato stabilizzato dal personale medico ed elitrasportato in pronto soccorso a Padova dove gli sono state riscontrate diverse fratture. L’incidente si è verificato in via Maggiore all’interno della ditta “Lavorazione Marmi e Graniti di G.G.”. L’uomo stava trasportando all’esterno una macchina per la lavorazione del marmo utilizzando un muletto, è rimasto parzialmente schiacciato dal carrello elevatore che si è ribaltato.
A Vigliano Biellese, sempre ieri, un operaio di 34 anni è caduto da una scala e ha battuto la testa. Si trovava all’interno della filiale della Banca Sella del paesino in provincia di Biella per svolgere alcuni lavori. A un certo punto l’uomo si è sbilanciato, ha perso l’equilibrio ed è caduto dalla scala.
Ancora, il 9 marzo, lungo il tratto urbano della provinciale 144 in provincia di Piacenza un operaio di 40 anni mentre stava effettuando alcuni lavori in un fossato all’altezza di una chiusa, per cause in fase di accertamento, è rimasto schiacciato dal peso del braccio idraulico della ruspa. Sul posto sono intervenuti i pompieri del comando di Lodi, il personale sanitario del 118 il quale, dopo le prime cure sul posto, ha trasferito il ferito in codice giallo al Pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi non in pericolo di vita. Infine, un aggiornamento che risale a venerdì scorso 5 marzo: un gravissimo incidente sul lavoro è accaduto a Lentate sul Seveso, dove un uomo di 65 anni ha perso quattro dita della mano mentre lavorava a un macchinario all’interno del capannone della Lombarda Filtri in Via Italia. Il 65enne, titolare dell’attività, per cause ancora da accertare avrebbe messo la propria mano all’interno di una macchina piegatrice-accoppiatrice, perdendo così ben quattro dita della mano sinistra. L’uomo è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza.