Lavoratori all’estero: tutele INAIL per il 2021 A cura dell'Ufficio Salute e Sicurezza

Roma, 23 aprile 2021 – L’INAIL, con la circolare del 15 aprile 2021 n. 12 – Lavoratori operanti in Paesi extracomunitari: assicurazioni obbligatorie non previste da accordi di sicurezza sociale. Retribuzioni convenzionali per l’anno 2021 – ha fornito istruzioni in merito alla tutela dei lavoratori operanti in Paesi extracomunitari con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale.
La circolare ricorda in primis che la tutela dei lavoratori operanti all’estero in Paesi extracomunitari, con i quali non sono in vigore accordi di sicurezza sociale, è attuata mediante il pagamento di un premio assicurativo calcolato sulla base di retribuzioni convenzionali fissate annualmente con apposito decreto. Per l’anno 2021, le retribuzioni convenzionali da prendere a base per il calcolo dei premi dovuti per l’assicurazione di detti lavoratori sono state indicate nelle tabelle riportate nel decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 23 marzo 2021. Le menzionate tabelle sono state anche allegate alla circolare INAIL n. 12/2021.
Nella circolare è stato precisato che le retribuzioni convenzionali trovano applicazione per i rapporti di lavoro subordinati, mentre sono escluse per le altre tipologie di rapporto di lavoro, quali le collaborazioni coordinate e continuative. Dunque, in caso di collaborazioni coordinate e continuative rese in un Paese extracomunitario non convenzionato, il premio assicurativo dovuto per i lavoratori impegnati in tali collaborazioni è calcolato sulla base dei compensi effettivamente percepiti dal collaboratore.

Per approfondire è possibile cliccare i seguenti allegati:  
circolare_15_aprile_2021_n_12
allegato_circolare_15_aprile_2021_n_12