22 settembre 2021 – Siamo nel vivo della campagna europea “Right for all seasons (Diritti per tutte le stagioni)” con il lancio degli eventi e delle attività che si svolgeranno nella Week of Action, la Settimana di azione dedicata ai lavoratori stagionali, che da oggi a venerdì 24 settembre si articolerà in numerose opportunità per conoscere meglio i diritti dei lavoratori stagionali, le responsabilità dei datori di lavoro e i servizi di assistenza disponibili. Un ampio panorama d’iniziative che includerà workshop informativi, eventi online, video esplicativi e anche attività sul campo in alcuni tra gli Stati aderenti.
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che già promuove i contenuti e gli eventi di “Rights for all seasons” sui propri siti istituzionali e canali social, seguirà la Week of Action per richiamare ancora l’attenzione sulla necessità di promuovere condizioni eque e sicure per i lavoratori stagionali. In particolare, nel periodo saranno intensificate le attività del Dicastero in collaborazione con l’INL, l’ANPAL e la Rete Eures.
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, in particolare, ha in programma una serie di webinar, eventi formativi e incontri sul territorio, organizzati a cura delle ITL. Tra le prime iniziative in territorio italiano, martedì 21 settembre si svolgerà a Foggia un convegno organizzato a livello unitario dalle organizzazioni sindacali di categoria Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil cui prenderanno parte anche rappresentanti di ELA, l’Autorità Europea del Lavoro, e di EFFAT, la Federazione Europea dei Sindacati per l’Alimentazione, l’Agricoltura e il Turismo.
Secondo le stime dell’ELA  – che coordina la campagna, in collaborazione con la Commissione europea, la rete EURES, la piattaforma europea contro il lavoro sommerso, i paesi dell’UE e le parti sociali – sono quasi 850 000 i cittadini dell’Unione che ogni anni svolgono lavori stagionali fuori dal proprio paese di origine. È proprio pensando a loro, ai diritti che dovrebbero essergli riconosciuti e alle condizioni di lavoro che vivono, che è nata la campagna “Diritti per tutte le stagioni “, un punto di raccordo tra l’UE e le istituzioni nazionali per unire le forze e sensibilizzare sui diritti, gli obblighi e i servizi di supporto esistenti.
I lavoratori stagionali – spiega l’ELA – hanno diritto a condizioni di lavoro eque quando lavorano in un altro paese dell’UE, con gli stessi diritti sociali e lavorativi dei lavoratori locali. Tuttavia, la natura temporanea del loro lavoro può renderli più vulnerabili a condizioni di lavoro e di vita precarie, frodi e abusi.
La Week of Action si svolgerà secondo un programma in continuo aggiornamento, disponibile sul sito dedicato. La campagna social – che coinvolgerà i vari profili del Ministero – ruoterà attorno agli hashtag #DirittiXOgniStagione e #Right4AllSeasons che catalizzeranno tutte le informazioni. L’intera campagna “Diritti per tutte le stagioni“, invece, proseguirà e resterà in corso fino a ottobre 2021. (Fonte Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)