Roma, 2 novembre 2021 – Stefania Benedetti ha raccontato la storia del suo infortunio e della sua rinascita durante un’intervista con Barbara Nevosi per la rivista “Gente”. Marchigiana, classe 1970, è mamma di due ragazzi di 18 e 17 anni. Imprenditrice titolare, insieme a suo fratello, di un’azienda di meccanica pesante vicino Civitanova Marche, quattro anni fa ha perso le quattro dita della mano rimaste schiacciate da un cubo di ferro. Era il 29 settembre 2017, quando vedendo un operaio che stava spostando un cubo di ferro penzolante con il muletto, decise di aiutarlo ma purtroppo il cubo si staccò e la sua mano sinistra rimase schiacciata. 
Dopo aver seguito il corso della Scuola della Testimonianza ANMIL, Stefania è diventata Formatore Testimonial della Sicurezza ed insegnerà nelle scuole e nelle aziende per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro.