PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E La mozione per impedire la chiusura di Radio Radicale

La mozione per impedire la chiusura di Radio Radicale

La mozione per impedire la chiusura di Radio Radicale

Presentata oggi, 3 aprile, in Parlamento dal Gruppo Misto, una mozione per impedire la chiusura di Radio Radicale. 

“Da decenni – dichiara la presidente Loredana De Petris – Radio Radicale svolge un inestimabile servizio pubblico a tutti gli effetti, mandando in onda in diretta le sedute del Parlamento, i processi più importanti udienza per udienza, i principali eventi culturali. Non c’è oggi in Italia nessun’altra testata che metta allo stesso modo i cittadini in grado di farsi un’opinione diretta, senza che intervenga alcuna mediazione per orientare letture e interpretazioni della realtà. L’emittente mette inoltre a disposizione di tutti i suoi preziosi archivi, rappresentando così una fonte di valore immenso per studiosi, storici e giornalisti”. “Oggi Radio Radicale è messa a forte rischio di chiusura dal taglio dei finanziamenti contenuto nelle nuove regole sull’editoria decise da questo governo. Si tratterebbe di un vero e proprio scempio, un delitto contro l’informazione e contro la cultura di questo Paese che deve essere assolutamente impedito”, conclude la senatrice di LeU. 

“Da decenni – prosegue – la presidente De Petris – Radio Radicale svolge un inestimabile servizio pubblico a tutti gli effetti, mandando in onda in diretta le sedute del Parlamento, i processi più importanti udienza per udienza, i principali eventi culturali. Non c’è oggi in Italia nessun’altra testata che metta allo stesso modo i cittadini in grado di farsi un’opinione diretta, senza che intervenga alcuna mediazione per orientare letture e interpretazioni della realtà. L’emittente mette inoltre a disposizione di tutti i suoi preziosi archivi, rappresentando così una fonte di valore immenso per studiosi, storici e giornalisti”. “Oggi Radio Radicale è messa a forte rischio di chiusura dal taglio dei finanziamenti contenuto nelle nuove regole sull’editoria decise da questo governo. Si tratterebbe di un vero e proprio scempio, un delitto contro l’informazione e contro la cultura di questo Paese che deve essere assolutamente impedito”, conclude la senatrice di LeU. 

Anche l’ANMIL sostiene l’iniziativa di change.org  per salvare Radio Radicale

 

 

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO