La lotta ai crimini ambientali che viene dallo Spazio

9 gennaio 2024 – Si chiama Eo4Security il progetto in partnership Agenzia Spaziale Europea e la società e-Geos che è costituita per l’80% da Telespazio del Gruppo Leonardo e al 20% dall’Agenzia Spaziale Italiana.
Grazie ad un monitoraggio realizzato attraverso gli strumenti di osservazione radar di vari satelliti combinati con i dati di Open Source Intelligence (Osint), in arrivo dai social media o da altri canali web, l’indagine sarà incentrata sul traffico di rifiuti, le miniere clandestine, l’identificazione di oggetti in movimento – come le navi – finalizzata a riconoscere eventuali attività illecite.  Uno strumento di lotta ai cosiddetti “crimini ambientali” che colpiscono il nostro pianeta e che permette di fornire in modo rapido e pratico informazioni agli utenti, tra cui l’Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine e l’Istituto internazionale delle Nazioni Unite per la ricerca sul crimine e la giustizia, sui crimini ambientali attraverso immagini ad alta risoluzione e fare analisi storiche di determinate aree.