Ispezioni anti-caporalato: 24% di irregolari

10 gennaio 2024 – Dai dati presentati dalla Ministra del Lavoro Elvira Calderone, nell’audizione davanti alla Commissione bicamerale Ecomafie, è emerso che nelle ispezioni contro il caporalato svolte dal Ministero del Lavoro nel 2023, in tutti i settori produttivi italiani, il 24% dei lavoratori risulta essere irregolare.  La Ministra ha specificato che tra l’inizio di dicembre 2022 e la fine di novembre 2023 sono stati effettuati circa 1670 accessi e verificate quasi 9900 posizioni lavorative, 2380 delle quali, quindi circa il 24%, sono risultate illegittime. Nell’ambito dei dati irregolari, 940 risultano essere i lavoratori in nero, circa il 40%, e 132 le vittime di caporalato identificate, quasi tutte extracomunitarie.
Ha proseguito poi la Ministra chiarendo che “Per quanto riguarda invece l’attività ispettiva ordinaria, nel solo 2023 sono state identificate altre 822 vittime di caporalato e sfruttamento lavorativo”.