Rimodulazione delle misure #Covid-19 per la ristorazione a cura dell'Ufficio Salute e sicurezza ANMIL

Roma, 14 maggio 2020 – Distanze tra i tavoli e i commensali, menù su lavagna o consultabili su internet, no ai buffet, un cliente ogni 4 metri quadrati, sono solo alcune delle misure previste per la ristorazione dall‘Istituto Superiore di Sanità e dall’Inail per bar e ristoranti. Il nuovo documento tecnico sulle ipotesi di rimodulazione del contenimento del contagio da #SARS-CoV-2 nel settore della ristorazione, approvata dal Comitato tecnico scientifico per l’#emergenza presso la Protezione Civile, punta a garantire la ripresa delle attività, successiva alla fase di #lockdown, compatibilmente con l’andamento dell’epidemia, nonché la tutela della salute del personale addetto e dell’utenza. Il documento, si articola in due parti: la prima dedicata all’analisi di contesto del settore della ristorazione, mentre la seconda focalizzata sulle ipotesi di misure di sistema, organizzative, di #prevenzione e #protezione, nonché su semplici regole per l’utenza per il contenimento della diffusione del #contagio.

Per approfondimenti: Documento_tecnico_ristorazione

#Coronavirus #prevenzione #ristorazione #ristoranti