Roma, 12 novembre 2021 – La retribuzione media annua nel 2020 dei 15,58 milioni di dipendenti privati è stata pari a 20.658 euro ma risulta molto differenziata sia per età che per genere. Le donne hanno avuto mediamente retribuzioni del 31,2% inferiori rispetto a quelle degli uomini. A rilevarlo l’Inps nell’Osservatorio sui lavoratori dipendenti che ha inoltre sottolineato come lo stipendio aumenti al crescere dell’età e comunque sia costantemente più alto per gli uomini (23.859 euro contro 16.285 euro per le donne).
Inoltre, nel 2020 i lavoratori dipendenti nel settore privato (esclusi gli operai agricoli e i domestici), con almeno una giornata retribuita nell’anno, sono stati 15.581.083, con una retribuzione media di 20.658 euro e una media di 223 giornate retribuite. La variazione percentuale sul 2019 è pari al -2,6%, ed è dovuta essenzialmente agli effetti dell’emergenza legata al Covid-19 che ha determinato la caduta della produzione e dei consumi.