Inizio settimana di incidenti sul lavoro: sei feriti e due morti

Roma, 22 giugno – Inizio settimana che vede molteplici cronache locale trattare di casi di infortunio sul lavoro. Nella giornata di oggi si registrano diversi casi: a Saronno (VA), un operaio, un 66enne, è caduto mentre lavorava nel sottotetto dell’edificio. I colleghi hanno dato l’allarme e sul posto sono accorse un’ambulanza del Sos di Uboldo e l’auto infermieristica. L’uomo era cosciente ed è riuscito anche a scendere fino al livello della strada. Ha riportato ferite e contusioni ed è stato portato all’ospedale di Legnano per le cure del caso. In un primo momento era stata fatta convergere sul posto anche una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Saronno ma fortunatamente l’uomo non era bloccato o incastrato e il loro intervento non si è reso necessario.
Ennesimo infortunio in una fonderia di Domodossola (VB) stamane. Un operaio è rimasto gravemente ferito ad un arto. Subito sono stati chiamati i soccorsi, sul posto ambulanza medicalizzata, vigili del fuoco e forze dell’ordine. L’uomo è stato trasportato in ospedale con una grave ferita alla parte inferiore di una gamba. Le indagini sull’accaduto sono dello Spresal Vco.
Anche a Crevacuore (BI), un operaio è rimasto ferito in una ditta. Secondo le prime ricostruzioni, uno dei due titolari, un uomo di 47 anni, sarebbe stato schiacciato da una catasta di materiale.
Si è trattato di una vera e propria tragedia l’incidente avvenuto sull’A1, dove un’area di sicurezza è stata creata dai vigili del fuoco per spegnere l’incendio divampato dalla cisterna coinvolta nell’incidente al km 66 che trasportava Gpl. Nello scontro sono morte due persone, due camionisti. L’autostrada resta chiusa nel tratto Piacenza Sud-Fiorenzuola. È in corso la distribuzione di bottigliette d’acqua alle persone in coda, da parte del personale della Direzione di tronco di Milano di Autostrade per l’Italia.
Inoltre, nella giornata di ieri non sono mancati ulteriori incidenti: a Monza, in una ditta di via Ercolano, nella zona industriale tra Monza, viale Sicilia e viale delle Industrie. L’operaio 58enne di una ditta che si occupa di manutenzione di impianti di alimentazione di mezzi di autotrasporto, stava effettuando una saldatura quando, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, una fiammata di ritorno l’ha investito al volto e agli arti superiori. L’allarme è scattato in codice rosso e sul posto sono intervenute un’ambulanza e un’automedica, oltre a una pattuglia della Polizia locale di Monza. I soccorritori hanno prestato le prime cure direttamente sul posto, poi l’uomo, residente a Brugherio, è stato portato al Niguarda di Milano: qui i medici gli hanno diagnosticato ustioni sul viso e sugli arti superiori, ma le sue condizioni sono leggermente migliorate rispetto a quando è avvenuto tanto che il codice di intervento è stato declassato da rosso a giallo.
A Siena, un uomo di 44 anni è caduto da una scala ed è stato trasportato in codice giallo dai sanitari del 118 interventuti all’ospedale di Santa Maria alle Scotte. Sul posto la Misericordia di Siena. È stato inoltre allertato il servizio di Prevenzione igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (Pisll) dell’Asl Toscana sud est, zona senese.
Infine, due militari dell’11° Reggimento Bersaglieri sono stati colpiti dallo scoppio di un estintore che si è attivato, forse per il caldo, mentre lavoravano nell’officina della caserma Leccis, a Orcenico Superiore di Zoppola (PN). Uno di loro, ferito a una gamba, è stato portato con l’elisoccorso a Udine. Sul posto il personale sanitario, i Vigili del fuoco di Pordenone e i Carabinieri, che dovranno chiarire quanto accaduto.