Incidenti sul lavoro, ieri due morti e un ferito

Roma, 14 ottobre 2021 – Un operaio edile di 48 anni, di Pieve del Grappa (Treviso), è deceduto ieri in un incidente avvenuto all’interno di un cantiere a Caerano San Marco (Treviso). Secondo la prima ricostruzione, l’uomo è stato travolto da un pesante pannello in metallo, che gli ha causato lo schiacciamento del cranio. A perdere la vita è stato Nazif Ajdarovsky, cittadino macedone di 48 anni, operaio edile dell’azienda di costruzioni Danilo Parisotto.
Risale a qualche ora prima la morte di un operaio di 54 anni, Alessandro Lupo, scoperta ieri mattina all’arrivo dei compagni di lavoro. La disgrazia è avvenuta alla I-Pan, azienda di Coniolo, in provincia di Alessandria, che si occupa della lavorazione del legno. Il cadavere di Lupo è stato trovato a terra e la posizione indica chiaramente come l’operaio sia caduto da una passerella che si trova a tre metri d’altezza, dove doveva ispezionare una canaletta per lo scorrimento dei materiali. Sulle circostanze della morte, le ipotesi sono solo due: o l’operaio ha avuto un malore mentre si trovava sulla passerella, oppure è scivolato e ha perso la vita cadendo sul pavimento dello stabilimento.
Un autotrasportatore di 50 anni, straniero, è caduto rovinosamente dal proprio camion che si trovava nella zona produttiva di Cividale del Friuli (Udine). L’incidente si è verificato attorno alle 15. L’uomo ha riportato un grave trauma cranico per il quale è stato intubato sul posto dall’equipe medica dell’elicottero sanitario Fvg. Il paziente è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Udine. La prognosi è riservata.