Roma, 10 maggio 2019 – Continua ad aumentare il numero delle vittime durante  le mansioni di lavoro. Negli ultimi tre giorni sette diversi episodi hanno riempito le cronache locali, episodi che hanno evidenziato come questo tema, la sicurezza sul lavoro, sia ancora in una fase delicata della sua trattazione per quel che concerne la sicurezza e la prevenzione:
Porto Empedocle (NA), 10 maggio – È morto Giulio Albanese, 65 anni, ex pentito di mafia. Albanese lavorava come operaio alla miniera Italkali ed è rimasto schiacciato stamattina dai nastri che, al porto, trasportavano il sale dai container alle navi, morendo sul colpo. Sull’episodio indagano i carabinieri.
Napoli, 10 maggio – Un operaio è morto a Sant’Antimo (Napoli) in un incidente sul lavoro. L’uomo stava lavorando sul tetto di una ex distilleria che è venuto giù facendolo cadere. Sul posto si sono recati i Carabinieri per avviare le indagini. 
Marsala (TP), 10 maggio – Un uomo di 56 anni è morto cadendo dal tetto mentre stava lavorando su un’antenna: 33 anni fa la stessa sorte capitò al padre, che era anche lui 56enne. L’incidente sul lavoro è accaduto a Marsala e la vittima è Giuseppe Laudicina, un antennista. L’uomo era al lavoro sul tetto di un’abitazione a due piani in contrada Dara, a una decina di chilometri dalla cittadina: stava riparando un’antenna quando, per cause ancora da accertare, è precipitato dal tetto ed è morto sul colpo. Gli operatori del 118 non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Laudacina aveva avuto un ictus e da poco aveva ripreso a lavorare.
Casoria (NA), 9 maggio – Un operaio di 65 anni è morto in un cantiere a Casoria, in provincia di Napoli. L’uomo, impegnato in alcuni lavori di scavo, è stato investito dai detriti di un muro di contenimento che ha ceduto per cause ancora in corso di accertamento. Il fatto è avvenuto in via Stromboli. Per l’operaio, che era residente nella stessa cittadina, non c’è stato nulla da fare. Saranno i carabinieri ad accertare l’esatta dinamica dell’incidente.
Altamura (FG), 9 maggio –  stato travolto ed ucciso ieri sera lungo la Statale 89 che da Foggia conduce ad Manfredonia. Stando a quanto ricostruito, Stefanelli stava favorendo  l’immissione di un mezzo pesante dal cantiere sulla carreggiata, quando è stato travolto da un Suv, che lo ha trascinato per alcuni metri prima di schiantarsi contro la vettura della ditta per cui lavorava il 47enne. L’operaio è morto sul colpo.
Scicli (RG), 9 maggio – In provincia di Ragusa è morto Angelo Carbone, 21 anni. Il giovane stava lavorando su un terreno in contrada Balatelle, quando è stato travolto da un trattore: trasportato al Trauma center dell’ospedale ‘Cannizzaro’ di Catania, è morto per i traumi riportati nell’incidente.
Maranello (MO), 8 maggio –  Questa mattina alla  Cisa-Cerdisa, società che realizza ceramiche a Maranello, un operaio di 46 anni ha perso la vita in un incidente nella zona della smalteria-forni. La dinamica dell’incidente è ancora da chiarire, ma dalle prime testimonianze la causa sembrerebbe essere legata ad una caduta dall’alto, l’operaio era infatti al lavoro sul tetto. Sul posto le ambulanze del 118 e i carabinieri per gli accertamenti del caso insieme alla Medicina del Lavoro.