Roma, 23 novembre 2021 – Si chiamava Fabrizio Franzinelli, aveva 46 anni ed abitava a Brenno, nel Bresciano l’operaio morto a causa di una frana all’interno dello scavo. Il suo corpo è stato recuperato quasi subito grazie a una escavatrice che si trovava già nel cantiere. Secondo una prima ricostruzione, nel cantiere in via Papa Giovanni XXIII gli operai erano nella fase di ‘sbancamento’, ovvero stavano togliendo le protezioni laterali che servono proprio a impedire alla terra di collassare sullo scavo, Avevano appena agganciato delle catene per rimuovere le paratie quando, nel farlo, un versante della trincea è crollato seppellendo l’operaio. Lo scavo è una trincea aperta nel centro della via Papa Giovanni, lunga circa 6-7 metri, larga meno di due e profonda altrettanto.
L’altro incidente mortale si è verificato in Sardegna. Un poliziotto ha perso la vita durante un’esercitazione di tiro al poligono di Soddì, nell’Oristanese, colpito da un colpo partito accidentalmente da un’arma. Il poliziotto, di circa 50 anni, era arrivato in Sardegna da qualche giorno per partecipare a un corso di aggiornamento al Caip di Abbasanta. La dinamica della tragedia, avvenuta poco dopo le 13, non è ancora chiara.