Roma, 19 gennaio 2021 – Stava effettuando le pulizie per la ditta per la quale lavorava presso un bar, ma è improvvisamente caduta da una scala battendo la testa. È deceduta cosi una giovane madre di 27 anni vittima di un incidente sul lavoro a Martignano, in provincia di Lecce. Dopo la caduta, la 27enne è stata portata in ospedale, dove è rimasta ricoverata per alcuni giorni alla sera del 17 gennaio, quando il suo cuore ha smesso di battere per via dei traumi riportati.
Altro incidente mortale ieri in un cantiere di una casa privata a Castagnole Monferrato, in provincia di Asti: coinvolto un uomo di circa 50 anni che, mentre stava effettuando alcuni lavori di ristrutturazione è precipitato da un ponteggio.
Un incidente sul lavoro grave ma non mortale, sempre ieri, a Santarcangelo, in provincia di Rimini, all’interno di una ditta di distribuzione di quotidiani. Nel corso delle operazioni di carico e scarico, intorno alle 5.15, un operaio alla guida di un muletto ha travolto un collega facendolo cadere a terra. L’uomo, un 56enne di Gambettola, nel tentativo di ripararsi ha sbattuto violentemente spalla e braccio ed è stato trasferito all’ospedale Infermi di Rimini, in codice di media gravità, per accertamenti.
Un operaio di 51 anni, Antonio Bellissimo, è morto nel pomeriggio di oggi mentre si trovava all’interno di una cava nel comune di Melicucco, in provincia di Reggio Calabria. Sposato con figli, Bellissimo è deceduto dopo essere stato investito, per cause in corso di accertamento, dallo scoppio di uno pneumatico di un camion. L’uomo è stato sbalzato ad alcuni metri di distanza da dove si trovava.