Inchiesta Dhl, plauso delle cooperazioni ai magistrati

Roma, 8 giugno 2021 – “Complimenti alla Guardia di Finanza di Milano che, grazie ad un attento lavoro investigativo, ha scoperto un complesso sistema di false cooperative nel settore della logistica costituite allo scopo di evadere gli obblighi fiscali e contributivi”.
Il mondo della cooperazione reagisce positivamente all’indagine della Procura di Milano sul “sistema” Dhl che ha portato allo scoperto una fitta rete di false coop. Mauro Lusetti, di Alleanza cooperative, anche a nome dei copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone sottolinea l’importanza di fare chiarezza da parte degli inquirenti.  “L’Alleanza delle cooperative – sottolinea Lusetti – sostiene con convinzione l’esigenza di un mercato che dia spazio alla pluralità delle forme di impresa e garantisca una corretta competizione tra aziende sane e rispettose delle leggi e dei diritti. Da sempre abbiamo denunciato e combattuto chi utilizza in modo distorto la forma cooperativa per sfruttare i lavoratori, eludendo gli obblighi fiscali e contributivi previsti dalle leggi e dai contratti”. “La nostra battaglia contro chi agisce nell’illegalità, esercita una concorrenza sleale e rovina la reputazione delle buone cooperative – ricorda ancora il presidente dell’Alleanza – si è tradotta nella raccolta di oltre 100mila firme a sostegno di una legge di iniziativa popolare per il contrasto alle false cooperative. L’impegno di indagare e vigilare su questi comportamenti illeciti – conclude – deve proseguire con ancora maggior determinazione per contrastare ogni comportamento illecito, specialmente nel momento in cui il Paese si avvia sulla strada della ripresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.