Roma, 27 agosto 2021 – Un arresto e 180 mila euro di sanzioni a Prato in una ditta di confezioni dell’abbigliamento gestita da cinesi. E’ l’esito di una operazione congiunta di polizia di stato, polizia municipale e Ispettorato nazionale del lavoro in un azienda del tessile pratese dove siano stati trovati 28 lavoratori privi di contratto. Il datore di lavoro è stato tratto in arresto e denunciato, oltre che per illeciti sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, per impiego di manodopera irregolare. Inoltre 13 lavoratori sono risultati privi di titolo di soggiorno nel territorio nazionale; nei loro confronti sono scattati i provvedimenti di espulsione.
È stata infine sequestrata una soffitta, collocata in una palazzina adiacente all’impresa, perché adibita illegittimamente a dormitorio.