Roma, 2 novembre 2020 – In un momento in cui il lavoro e la sua sicurezza vengono minacciati e in cui molti dei settori lavorativi sono in crisi come quello dello spettacolo si è spento Gigi Proietti. Numerosi sono i messaggi delle istituzioni spesi per l’occasione.
“Alla grande cultura, alla capacità espressiva eccezionale, frutto di un intenso lavoro su se stesso, univa una simpatia travolgente e una bonomìa naturale, che ne avevano fatto il beniamino del pubblico di ogni età. Desidero ricordarlo anche come intellettuale lucido e appassionato, sempre attento e sensibile alle istanze delle fasce più deboli e al rinnovamento della società”. Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una dichiarazione.
“La morte di Gigi Proietti ci addolora profondamente e scuote un intero Paese, già profondamente colpito”. Lo scrive Luigi Di Maio su Fb.
“Un’icona del mondo dello spettacolo, un meraviglioso simbolo della nostra Italia. Lui, che riusciva persino a insospettirsi di fronte a chi non sapesse ridere, era innanzitutto una persona perbene. Un forte abbraccio alla sua famiglia e ai suoi cari. Oggi a piangere è tutto il Paese. Addio al maestro Gigi Proietti. Non solo un grande attore ma anche un insegnante generoso. Tanti giovani sono cresciuti grazie a lui e oggi ne portano avanti l’eredità”. Lo scrive su twitter la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.
Roma e l’Italia piangono Gigi Proietti, un attore straordinario, colto, intelligente, amato da generazioni e generazioni. Non ti dimenticheremo mai Gigi, e sempre grazie per le risate, le emozioni, le riflessioni con cui ci hai accompagnato #gigiproietti”. Così il segretario Pd Nicola Zingaretti su fb ricorda l’attore scomparso.
“Genio della commedia all’italiana, istrione del palcoscenico, impareggiabile cantore della romanità, Gigi Proietti, nella sua straordinaria carriera, a teatro, al cinema e in tv ha saputo raccontare i vizi e le virtù degli italiani e della città che tanto amava. Oggi è un giorno triste per il mondo dello spettacolo italiano che perde uno dei suoi talenti più cristallini, un maestro dell’ironia dal tratto graffiante. I suoi monologhi, le sue opere, le sue battute resteranno per sempre a testimoniarne la grandezza di artista e a tenere in vita il suo ricordo. Ai familiari  possa giungere tutta la mia vicinanza”. Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ricordando il grande attore.
“Ha saputo farci sorridere con tanti personaggi e mille sguardi, espressioni, barzellette. Noi vogliamo continuare a ricordarti così, con volto del Maresciallo Rocca, che hai interpretato con umanità, passione e la giusta dose di ironia”. Lo scrive in un tweet l’Arma dei Carabinieri.