PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Kit di informazione e disseminazione per i RLS in sanità

Kit di informazione e disseminazione per i RLS in sanità

Kit di informazione e disseminazione per i RLS in sanità

In occasione del 13° Forum Risk Management in Sanità, rassegna sulle tecnologie applicate alla sicurezza del settore sanitario, che si terrà a Firenze, Fortezza da Basso, dal 27 al 30 novembre 2018, l’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro), in collaborazione con INAIL, Federsanità ANCI e Euromedia s.r.l., il 27 novembre presenta, alle ore 10.30, il seminario “Kit di informazione e disseminazione per i RLS in sanità”.

La gestione della salute e della sicurezza nel settore sanitario desta infatti un’attenzione crescente nel contesto nazionale ed europeo, considerato l’aumento, al suo interno, di patologie quali quelle a carico dell’apparato muscoloscheletrico e di fenomeni di rischio psicosociale, spesso direttamente collegati all’ormai sempre più diffuso fenomeno delle aggressioni nei riguardi del personale sanitario.

L’estrema varietà e complessità degli ambienti, delle professionalità, dei ruoli e delle mansioni tipici dell’attività assistenziale sanitaria e sociale, espone questi lavoratori ad innumerevoli rischi, sia di carattere generale, connessi cioè alle precarie condizioni delle strutture e degli ambienti di lavoro, sia di carattere specifico come quelli traumatici dovuti soprattutto agli sforzi da sollevamento e spostamento di pazienti o di carichi pesanti.

Ma, come già accennato, esiste anche un altro rischio di natura molto particolare e diffuso soprattutto tra le operatrici di questo settore, l’aggressione o violenza da parte di estranei: dei circa 3.500 infortuni che vengono indennizzati ogni anno dall’INAIL per questa particolarissima tipologia di evento, circa 1.100 (quasi un terzo del totale) si verificano nella Sanità e di questi ben il 75% (800 casi circa) interessa la componente femminile. Si tratta in genere di aggressioni da parte di pazienti (per lo più psicolabili o sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti), o di parenti o di altri utenti per i  motivi più vari.

È in questo complesso contesto che entra in gioco la figura del RLS, alla luce del ruolo chiave che allo stesso è stato attribuito dalla normativa. Proprio guardando al RLS ed al potenziamento delle sue competenze, nasce il Progetto “Kit di informazione e disseminazione per i RLS nelle Aziende sanitarie ed ospedaliere”, cofinanziato da INAIL e condotto da Federsanità ANCI, in associazione temporanea di scopo con Euromedia e ANMIL, con l’obiettivo di sviluppare la cultura e le prassi della prevenzione e sicurezza sul lavoro, partendo da una ricognizione delle buone pratiche in tema di cultura della sicurezza, e culminando con la realizzazione di un portale di formazione e-learning e un’App volta a rendere immediata, per i lavoratori, la segnalazione ai RLS di qualsiasi tipo di rischio professionale percepito.

Prenderanno la parola, nel corso dell’evento, oltre a Federsanità, a cui sarà affidato anche il coordinamento del seminario, nella figura di Rosanna Di Natale, il Vice Direttore Centrale Prevenzione INAIL Tommaso De Nicola; il Presidente Nazionale ANMIL Franco Bettoni; Marco Castellani e Roberto Falchi per Euromedia Srl; il Direttore Dipartimento Prevenzione ASL Salerno Domenico Della Porta e la Responsabile Ufficio Salute e Sicurezza sul lavoro ANMIL Maria Giovannone.
Il seminario, nel presentare gli esiti finali del Progetto per ampliarne la divulgazione, si rivolge pertanto in primis agli stessi RLS e, più in generale, a tutti i professionisti operanti nel contesto sanitario (medici, addetti, ASPP ed RSPP), chiamati a fornire il loro contributo alla più efficace gestione della prevenzione.

 

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO