“Il Cinema racconta la disabilità” il 9 maggio a Roma

Roma, 3 maggio 2024 – Tanti i temi sociali al centro della XVII edizione del Festival Internazionale della Cinematografia Sociale “TULIPANI DI SETA NERA” – la  rassegna dedicata al racconto cinematografico del sociale e della sostenibilità supportato da anni dall’ANMIL – in programma dal 9 al 12 maggio al The Space Cinema Moderno di Roma.
Per quattro giornate spazio alla proiezioni delle opere in concorso e fuori concorso nazionali ed internazionali suddivise nelle quattro sezioni CortometraggiDocumentariDigital Series e #SocialClip e appuntamento con grandi protagonisti del cinema, dello spettacolo, della politica e della cultura, con incontri, dibattiti, intrattenimento e premiazioni. I vincitori della XVII edizione del festival saranno premiati  il 12 maggio durante la serata di Gala conclusiva del festival, condotta per il terzo anno da Lorena Bianchetti e con madrina in  onda il 3 luglio in seconda serata su Rai2 verrà assegnato il Premio alla Carriera a Ricky Tognazzi e Simona Izzo
Tra i protagonisti dei lavori, tanti volti noti al grande pubblico come Antonio Catania, Giorgio Colangeli, Carla Signoris, Alessandro Haber, Ettore Bassi, Ester Vinci, Elisabetta Pellini, Pietro Genuardi, Silvia D’Amico, Andrea Roncato, Sara Ricci, Pietro De Siva, Lucia Batassa, Franco Mussida, Salmo, Club Dogo feat Elodie, Dargen D’Amico Matilde Gioli.
Nella giornata di apertura del Festival, il prossimo 9 maggio, che sarà dedicata principalmente alla proiezione delle opere in concorso della sezione Cortometraggi diretta da Paola Tassone con Presidente di Giuria Giulio Base e delle Digital Series presieduta da Janet De Nardis con Presidente di Giuria Vincent Riotta, sono in programma diversi appuntamenti tra cui alle ore 17.00 “Il Cinema racconta la disabilità”. All’evento interverranno: il Ministro per le Disabilità, On. Alessandra Locatelli; il Presidente Nazionale ANMIL Zoello Forni; Giuseppe Maria Costanzo di Etica Lavoro e il Presidente ENS – Ente Nazionale Sordi, Raffaele Cagnazzo.