Roma, 17 marzo 2021 – Si chiamerà “No delivery day” lo sciopero dei riders di tutta Italia indetto per il 26 marzo. La notizia circola sui social ormai da qualche giorno e sta venendo condivisa da tutte le maggiori associazioni di riders italiani. La protesta – indetta dalla rete “Rider x i Diritti” – è volta a richiedere l’applicazione di un contratto collettivo nazionale di settore, nello specifico trasporti, logistica o commercio, maggiori tutele e diritti. “A tutte le cittadine e i cittadini chiediamo di non usufruire del servizio di consegna a domicilio il giorno della mobilitazione”, si legge su Facebook, e suggeriscono di rivolgersi direttamente al ristorante prescelto, evitando di utilizzare le piattaforme di delivery.