I safety day alla Pizzarotti in collaborazione con ANMIL

Roma 16 maggio 2024 – Nella giornata di ieri, l’Impresa Pizzarotti, azienda parmigiana leader nel settore delle costruzioni, ha inaugurato il “Pizzarotti Safety Day” presso i suoi stabilimenti di Ponte Taro (Parma) e Lucignano (Arezzo).
Questa serie di eventi, organizzati in collaborazione con l’ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro), intende mettere al centro dell’attenzione un tema fondamentale per l’intero tessuto istituzionale, economico e sociale del Paese: la sicurezza sui luoghi di lavoro.
La questione della sicurezza sul lavoro è particolarmente drammatica, come dimostrano i dati del 2023 che riportano 12 incidenti mortali solo nel territorio di Parma. L’obiettivo principale del “Pizzarotti Safety Day” è quello di sensibilizzare e formare i lavoratori, promuovendo una cultura della sicurezza che possa prevenire simili tragedie.
Secondo l’ANMIL, “Lo scopo di queste iniziative è di riuscire a coinvolgere gli ascoltatori a livello emotivo, così da creare maggiore condivisione e interesse, anche sollecitando da parte loro il racconto di eventuali incidenti o di situazioni che hanno avvertito come pericolose per sé o per i colleghi”. Questo approccio mira a far sì che i partecipanti non solo comprendano l’importanza della sicurezza, ma che diventino anche promotori attivi di comportamenti sicuri nei propri luoghi di lavoro.
L’evento presso lo stabilimento di Lucignano ha visto la partecipazione di Alessandro Grassini (Presidente Regionale ANMIL Toscana), Mirko Marinelli (Presidente Territoriale ANMIL Arezzo) e del testimonial Luca Mazzi per ANMIL.
A Ponte Taro, invece, erano presenti Gianni Baga (Presidente Territoriale ANMIL Parma), Alberto Alberti (Consigliere ANMIL) e Giammarco Mereu, testimonial. Questi esperti e testimonial hanno condiviso le loro esperienze e storie personali, sottolineando l’importanza della prevenzione e delle misure di sicurezza adeguate.
Particolare attenzione è stata rivolta alla formazione dei lavoratori, considerata essenziale per creare una consapevolezza diffusa sui pericoli e sulle misure di prevenzione. La testimonianza diretta degli infortunati ha permesso di trasmettere un messaggio forte e chiaro: la sicurezza non è solo una questione di regole, ma di atteggiamenti e comportamenti quotidiani.
L’iniziativa ha riscosso un ampio consenso tra i partecipanti, che hanno apprezzato l’approccio pratico e coinvolgente degli interventi. La speranza è che eventi come il “Pizzarotti Safety Day” possano contribuire a diffondere una cultura della sicurezza sempre più radicata e a ridurre il numero di incidenti sul lavoro, trasformando ogni cantiere in un luogo più sicuro per tutti.
In conclusione, il “Pizzarotti Safety Day” rappresenta un passo importante nella direzione di una maggiore consapevolezza e responsabilità collettiva riguardo alla sicurezza sul lavoro. L’auspicio è che simili iniziative possano diventare sempre più frequenti, coinvolgendo un numero crescente di aziende e lavoratori in tutta Italia.