Italiani pronti a stipendi più bassi pur di rimanere in smart

27 gennaio 2022 – L’Inapp, Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche pubbliche ha condotto uno studio sullo smart working, basato su un campione di oltre 45mile interviste. Uno tra i dati che ne sono emersi è che, nel nostro Paese, un lavoratore su cinque accetterebbe anche una riduzione dello stipendio pur di non rientrare in ufficio. 
Come è chiaro, gli anni della pandemia hanno visto un vertiginoso incremento delle posizioni di smart workers: si parla di circa un terzo dei lavoratori dipendenti, cioè 7,2 milioni. Le quote maggiori sono state nella Pubblica Amministrazione, con il 39,7 per cento, mentre nel privato si scivola fino al 30,8. Un calo rispetto al 2020, quando i lavoratori da remoto erano stati 8,9 milioni.
Le motivazioni di questo dato che sono emerse dallo studio dal titolo “Il lavoro da remoto: le modalità attuative, gli strumenti e il punto di vista dei lavoratori” sono per lo più concentrate sul desiderio dei lavoratori da remoto di dare una svolta alla propria vita nel trasferirsi in luoghi lontani dai centri abitati.
«Nel complesso la valutazione dei lavoratori è positiva», ha commentato il presidente dell’Inapp Sebastiano Fadda, «anche se si manifestano alcune criticità in relazione ad alcuni aspetti, come ad esempio il problema della disconnessione e dei costi delle utenze domestiche. Da ciò si desume che esiste una base per passare dal semplice lavoro da remoto emergenziale a nuovi modelli di organizzazione del lavoro associati a innovative reingegnerizzazioni dei processi produttivi, ma che bisogna adoperarsi per risolvere le criticità».
Il diritto alla disconnessione resta il nodo da sciogliere e tutelare nell’ottica di una svolta di tale portata.
Nel privato solo il 65 per cento dei lavoratori ha dichiarato di poter scegliere quando disconnettersi. Una percentuale ancora più bassa nel pubblico: il 50,1 per cento. Il 49 ha dichiarato di potersi disconnettere solo a pranzo.

4 thoughts on “Italiani pronti a stipendi più bassi pur di rimanere in smart

  • Hello there! Do you know if they make any plugins to help with SEO?
    I’m trying to get my blog to rank for some targeted keywords but I’m not
    seeing very good gains. If you know of any please share.
    Kudos!

  • Hey there, I think your blog might be having
    browser compatibility issues. When I look at your blog in Chrome, it
    looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping.
    I just wanted to give you a quick heads up!
    Other then that, amazing blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.