27 gennaio 2020 – Lo scorso venerdì 24 gennaio un grave infortunio sul lavoro ha coinvolto un operaio di 20 anni nella ditta P.M.P Pro.Mec di Coseano (Udine). Il giovane è stato colpito alla testa da un bilanciere che si trovava nella catena di verniciatura che si è sganciato dalla sede. Fortunatamente il lavoratore non è in pericolo di vita.
Il giorno seguente, in un’azienda metalmeccanica specializzata nella produzione di fili per saldatura a Gazzo (Padova), un operaio 41enne si è infortunato a causa della caduta di una bobina di filo di rame del peso di 400 kg sul piede fratturandoglielo.
Sempre sabato, tragedia sfiorata nel deposito di una società di traslochi nella zona industriale di Quartucciu (Cagliari) dove un operaio 59 enne è stato schiacciato da una pedana. L’uomo è stato trasportato in ospedale in codice rosso e sul posto sono in corso le indagini del caso.