Consulenti del Lavoro: codificare lo sfruttamento

23 settembre 2020 – Quando si può parlare di sfruttamento nello svolgimento di una mansione lavorativa. La Fondazione studi dei consulenti del lavoro, in un approfondimento appena pubblicato, ha elaborato un ‘excursus’ tra le sentenze della Corte di Cassazione, emesse dal 2015 a oggi scoprendo alcuni ‘indici rivelatori’. Nella lista c’è tanto “il trasporto dei lavoratori su veicoli privi di qualunque mezzo di sicurezza, costretti a viaggiare in piedi, o seduti a terra, con indumenti inidonei al lavoro nei campi”, quanto l’attività occupazionale ‘in nero’ e “la mancata retribuzione per intero”.
Una delle pronunce evidenziate nel report, concernente le mansioni affidate agli stranieri, è che le condizioni di sfruttamento, alle quali vengono sottoposti i lavoratori (extracomunitari), devono essere individuate negli “orari di lavoro assai gravosi”, nelle “assenze di pause e permessi”, nella “assenza di contratti stipulati dai lavoratori”, condizioni tutte assolutamente incompatibili con quelle previste dalla contrattazione collettiva vigente”, e nel “fatto che i lavoratori siano costretti ad accettare il prelievo” di danaro “dalla loro esigua paga e a farsi trasportare in condizioni affatto disumane sui campi di lavoro”.

4 thoughts on “Consulenti del Lavoro: codificare lo sfruttamento

  • 868750 637008I believe other site owners really should take this web site as an model, extremely clean and superb user genial design and style . 506022

  • 565314 733119I came towards the exact conclusion as nicely some time ago. Excellent write-up and I will probably be sure to look back later for a lot more news. 810216

  • 116339 741192Wow Da weiss man, wo es hingehen muss Viele Grsse Mirta 133421

  • Hi, Neat post. There is a problem together with your web site in web explorer, might check this… IE nonetheless is the market leader and a big part of other folks will leave out your wonderful writing because of this problem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *