24 settembre 2020 – Hannes, la protesi robotica made in Italy che si comporta proprio come una mano in carne ed ossa, ha da poco ricevuto il premio Compasso d’Oro per la sua innovatività. Il risultato è stato raggiunto dall’Istituto Italiano di Tecnologia e Centro Protesi INAIL, e si è guadagnato la copertina di Science Robotics di questa settimana. La protesi è capace di restituire oltre il 90% di funzionalità a pazienti con amputazione dell’arto superiore e si compone di polso e braccio. E’ una protesi poli-articolata e soffice, in grado di adattarsi a forma e dimensioni degli oggetti da afferrare. Grazie alla straordinaria flessibilità di dita e polso Hannes ha straordinarie capacità di afferrare oggetti di varie dimensioni e peso. È stata testata con successo su pazienti amputati, che si adattano ad usarla nel giro di una sola settimana d’uso. Hannes è disponibile in due dimensioni (7 ó e 8 ¼), per destri e mancini, maschi e femmine; pesa 450 grammi e si può personalizzare adattandola al singolo paziente per parametri come velocità e precisione dei movimenti. Già fornita di marchio CE, la protesi è alla ricerca di investitori e aziende per commercializzarla su vasta scala.