Gravi incidenti in provincia di Rieti, Torino e Savona

23 ottobre 2020- Ieri 22 ottobre, intorno alle ore 16.00, si è verificato un notevole incidente sul lavoro, all’interno del Porto di Savona.
Secondo quanto riferito, un operaio – per cause ancora da accertare – sarebbe rimasto incastrato sotto la ruota di un muletto.
Sul posto per soccorrere il lavoratore sono subito intervenuti i militi della Croce Bianca di Savona e una squadra dei vigili del fuoco. Il malcapitato è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.
Nella mattina del 22 ottobre si è verificato a Borbona (Rieti) un altro grave incidente sul lavoro. Un giovane operaio ha perso tre dita ed è stato soccorso e trasportato in eliambulanza al policlinico Gemelli di Roma.
Indagano ora i carabinieri su quanto avvenuto in un cantiere di scavo a Borbona dove – per cause in corso di accertamento – l’operaio di 18 anni è incorso in un incidente che gli ha causato il cesoiamento di tre dita della mano.
Sul posto è immediatamente intervenuto il personale medico del 118 che ha subito medicalizzato il ragazzo ma, considerata la gravità dell’evento, si è poi reso necessario il trasporto con l’elicottero Ares 118 presso il policlinico Gemelli di Roma, per sottoporlo ad intervento chirurgico nella speranza di poter operare il ricongiungimento delle falangi.
Sempre ieri, a Salassa (TO), intorno alle 14.30, si è verificato un terzo e oltremodo pericoloso incidente sul lavoro. Un uomo di 70 anni, titolare di una ditta esterna, è precipitato dal tetto di un capannone in ristrutturazione, da un’altezza di circa 7 metri. Il ferito è stato immediatamente soccorso dal personale medico del 118 che ha stabilizzato le sue condizioni e lo ha trasportato in elicottero al Cto. L’uomo ha riportato un grave politrauma.
Sul posto i Carabinieri di Cuorgnè. La dinamica dell’incidente è ora al vaglio dei tecnici dello Spresal dell’Asl To4 incaricati anche di verificare il rispetto delle norme che regolano la sicurezza sul posto di lavoro.