“Gli invalidi del Covid”: inchiesta sul lavoro e il contagio per Panorama

27 gennaio 2021 – Sono oltre 100mila nel nostro Paese le infezioni da Coronavirus contratte sul posto di lavoro. I lavoratori dell’era della pandemia, tra tutelati INAIL e categorie escluse come quella dei tassisti e, per assurdo, dei medici di famiglia, sono al centro dell’azione associativa di ANMIL. 
Carmine Gazzanni, giornalista di inchieste che da tempo ha instaurato una vicendevole collaborazione con ANMIL, insieme alla collega Flavia Piccinni, ci accompagnano alla scoperta delle storie di lavoro e contagio della geriatra Liana e dell’operaio Claudio; della tassista Margherita e dell’agente immobiliare Daniele. Il Presidente Nazionale ANMIL Zoello Forni, intervistato all’interno dell’inchiesta dei due giornalisti pubblicata su “Panorama”, sottolinea l’insoddisfazione dell’Associazione: “Ai numeri elevati delle denunce di contagio Covid da lavoro non corrisponde un analogo riconoscimento da parte dell’INAIL” – e continua – “Chiediamo che ci sia maggior rispetto per coloro che in questa pandemia si ritrovano contro anche un ente pubblico che, in fondo, rappresenta quello stesso stato che chiede ancora grandi sacrifici a tutto il mondo del lavoro”. 

Leggi l’inchiesta nella sua interezza