Sale a tre il numero dei decessi di questo inizio settimana

26 agosto 2019 – Alessandro Pacifici, imprenditore 31enne erede di una ditta di movimento terra  di Barete (L’Aquila), è rimasto ucciso questa mattina da una lastra caduta dall’alto in un cantiere durante la costruzione di una rampa per far salire un escavatore.  Nonostante il tempestivo intervento dell’elisoccorso del 118, i tentativi di rianimazione del lavoratore si sono rivelati vani. È stata aperta l’inchiesta dalla Procura dell’Aquila.
Altro decesso sul lavoro di oggi ha come protagonista un operaio di 40 anni, morto precipitando dal tetto di un capannone di una zona industriale di San Giuliano Milanese. La caduta di quasi 12 metri non ha lasciato scampo al lavoratore malgrado i tentativi di rianimazione degli operatori sanitari. 
I due incidenti fanno salire a tre le morti sul lavoro di questo lunedì di rientro dalle ferie, aggiungendosi al tragico infortunio che, questa mattina, ha coinvolto un agricoltore in provincia di Cremona.