Giornata lotta all’Aids. Cnca: “Cambiare passo alla Sanità”

Roma, 1 Dicembre 2020 – In occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS che si celebra oggi il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) invita ” a ripensare in profondità il sistema di tutela della salute individuale e collettiva, dimostratosi inadeguato nell’affrontare la diffusione dell’HIV e, oggi, nell’arginare la pandemia di Covid-19″.
“Da trent’anni siamo vicini alle persone con HIV, malate di Aids e ai loro affetti, e siamo promotori di servizi di informazione, prevenzione e riduzione del danno per evitare i contagi – afferma in una nota nota Riccardo De Facci, presidente del CNCA. Dinanzi alle questioni sollevate dall’epidemia di Aids, dobbiamo rilevare che il sistema sanitario e il sistema dei servizi sociali non sono stati in grado di ristrutturarsi, per rispondere a tre esigenze fondamentali. La prima nasce da una concezione della salute dei singoli, delle famiglie e della collettività connessa a molteplici dimensioni: fisiche, psichiche, relazionali, sociali, economiche, ambientali. La salute, dunque, va collegata ad altre questioni critiche come le disuguaglianze, i diritti umani, l’uguaglianza di genere, la protezione sociale e la crescita economica. La seconda individua nel territorio l’ambiente primario in cui strutturare le relazioni tra servizi sanitari, servizi sociali e comunità, in cui operatori e cittadini collaborano insieme per la tutela della salute intesa nel suo significato più ampio. La terza è uscire dalla contrapposizione tra logiche economiciste e tutela dei diritti delle persone. Sono le stesse esigenze che – sottolinea – l’epidemia di Covid-19 ha messo in primo piano nel dibattito pubblico. Ma, invece di cambiare, continuiamo a restare schiacciati sull’emergenza.” “Il tema dell’edizione 2020 della Giornata mondiale contro l’Aids – conclude – che è ‘Solidarietà globale, responsabilità condivisa’ per l’UNAIDS e ‘Solidarietà globale, servizi resilienti’ per l’Oms, richiama le parole chiave che dovrebbero guidare il cambiamento: solidarietà, corresponsabilità, resilienza.”
Per rilanciare questi temi il CNCA organizza un incontro oggi dalle 17.00 alle 18.30, sulla piattaforma Zoom, intitolato “Dalle prassi sull’HIV oltre una cultura dell’emergenza sanitaria e sociale”. All’evento parteciperanno Riccardo De Facci, Vittorio Agnoletto, medico, Gabriele Rabaiotti, assessore alle Politiche sociali e abitative del Comune di Milano, Tiziana Bianchini e Manuela Tonello, della Casa alloggio A77, Giovanni Gaiera, della Comunità Cascina Contina – CICA, e Maria Stagnitta, referente CNCA per l’AIDS.