14 gennaio 2020 – Ieri, a seguito di un’istruttoria durata tre anni, il giudice del Lavoro del Tribunale della Spezia, Marco Viani, ha condannato Fincantieri ad un risarcimento di oltre 600mila euro per la morte di un operaio ucciso da mesotelioma dovuto all’esposizione all’amianto. La vittima, che aveva lavorato per 22 anni nel cantiere navale del Muggiano, aveva partecipato anche della ristrutturazione dell’unità navale della Marina Militare “Amerigo Vespucci” per la quale è stato dimostrato l’utilizzo di amianto anche friabile. Ezio Bonanni, Avvocato e presidente dell’Osservatorio nazionale amianto, ha tutelato assieme all’Avv. Natalia Giuliani gli interessi della famiglia della vittima.