Roma, 18 novembre 2020 – E’ Egidio Paoletti il nuovo Presidente di Assosistema Confindustria, eletto oggi a Roma dall’Assemblea dei Soci dell’Associazione, che resterà in carica per i prossimi quattro anni.
“Ringrazio i soci per la fiducia che mi hanno accordato – ha commentato Paoletti dopo l’elezione – ancor più in questo periodo così difficile per l’intera economia e società del nostro Paese. Sono consapevole che le nostre aziende associate hanno un ruolo importante, in quanto produttrici di servizi e di beni indispensabili alla sanità e al turismo e che rappresentano un supporto insostituibile all’industria come produttori e distributori di Dpi, Dm e abiti da lavoro. Per questo – ha proseguito Paoletti – lavorerò, insieme alla squadra di presidenza, ai delegati e a tutti gli organi associativi, affinché il nostro settore possa rivestire quel ruolo chiave, centrale nella ripartenza nazionale, grazie alla garanzia di qualità, sicurezza e professionalità che da sempre lo contraddistinguono”.
Egidio Paoletti vanta un’esperienza di oltre 40 anni nel settore, maturata all’interno della Alsco Italia, azienda di noleggio, lavaggio, gestione abiti da lavoro e biancheria, dove ricopre attualmente il ruolo di Consigliere Delegato nonché una lunga esperienza in Assosistema Confindustria dove ha svolto negli anni vari incarichi associativi. Paoletti succede a Marco Marchetti (Holding Padana Emmedue) che rimane nel consiglio di Presidenza e come Delegato ai rapporti con Confindustria Servizi HCFS di cui è già Vice Presidente.
Per quanto riguarda la squadra, in occasione dell’Assemblea odierna sono stati riconfermati come Vice Presidenti Aldo Confalonieri (Hotelservice) e Claudio Galbiati (3M Italia) ed eletti come delegati: Andrea Gozzi (Servizi Italia), Fabio Luppino (Servizi Ospedalieri), Sandro Recalcati (Lavanderia Lombarda Industriale) e Alberto Scarafiotti (Lim Lavanderia). Luca Gnecco (Lavanderia Milanese Verbania) è il nuovo Presidente per i prossimi due anni del Gruppo Giovani Imprenditori di Assosistema Confindustria, che succede a Marco Chiari (Chi-ma Florence).

#Confindustria