Due operai morti nel Napoletano e uno in Sicilia

Roma. 3 maggio 2024 – Un operaio di 57 anni è deceduto precipitando dal terzo piano di un palazzo a Lettere. Un altro lavoratore di 60 anni è morto in un cantiere edile a Casalnuovo. Incidente mortale anche per un operaio a Floridia, nel Siracusano, travolto dopo il cedimento di un tetto. Tre incidenti mortali sul lavoro ieri, a distanza di poche ore, due nel Napoletano e uno nel Siracusano. La prima tragedia è accaduta a Lettere, in Campania, dove un operaio di 57 anni, secondo una prima ricostruzione, sarebbe precipitato dal terzo piano di un palazzo attorno al quale era in allestimento un cantiere edile. L’incidente è avvenuto in tarda mattinata, in via Depugliano, dove sono intervenuti i carabinieri. 
Dopo l’operaio deceduto a Lettere, un manovale 60enne è morto in un cantiere in viale dei Tigli, a Casalnuovo. Soccorso, è deceduto al suo arrivo in ospedale. Indagini sono in corso per ricostruire la dinamica.
Un altro incidente mortale si è verificato in un cantiere edile a Floridia, nel Siracusano. Vittima un 59enne, operaio della ditta che si stava occupando dei lavori sul tetto della casa. Per cause da accertare, si è verificato un cedimento e l’operaio è caduto ed è stato poi stato travolto dal materiale. Inutili i soccorsi da parte del personale del 118. Sono intervenuti i carabinieri del Nil. La Procura di Siracusa, che ha aperto un fascicolo sull’incidente,  ha sequestrato l’area.