Due morti e un ferito gravissimo tra sabato e lunedi

Roma, 22 febbraio 2021 – Week end tragico per le morti sul lavoro. Il primo, Matteo Baldassarra, un operaio di 24 anni di Sora, è morto sabato all’interno della cartiera ‘San Martino’ a Broccostella, provincia di Frosinone. Stava facendo il turno notturno. Stando alle primissime informazioni il ragazzo sarebbe stato travolto e schiacciato da alcune balle di cellulosa. Per lui non c’è stato nulla da fare.
Domenica, un agricoltore di 60 anni è morto in località Poiago di Carpineti, sull’Appennino Reggiano. L’uomo, per ragioni ancora al vaglio degli inquirenti, è caduto nella vasca dei liquami della sua azienda agricola, senza riuscire a liberarsi. Sul posto i soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. La salma è poi stata recuperata dai vigili del fuoco.
Un grave incidente sul lavoro si è verificato, infine, stamattina, subito dopo le nove, in un mangimificio nell’area industriale di Tossilo, in provincia di Nuoro. Un operaio di Bortigali 31enne, mentre operava per la manutenzione di un macchinario, si è visto schiacciare la testa da una insaccatrice. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi con le ambulanze del 118 e, vista la gravità della situazione, hanno fatto intervenire l’elisoccorso,. Il giovane è stato estratto grazie all’intervento dei vigili del fuoco di Macomer e trasportato all’ospedale Brotzu di Cagliari in codice rosso, dove è stato sottoposto a intervento chirurgico. Nel 2012 nello stesso stabilimento, si era verificato un incidente mortale: un operaio era stato schiacciato mentre stava caricando della merce su un camion.