24 gennaio 2020 – Due gli incidenti mortali sul lavoro avvenuti questa mattina.
Un operaio di 26 anni è morto all’ospedale di Pescara a seguito di una caduta, da un’altezza di circa 12 metri, mentre stava lavorando su un capannone in un’area industriale in corso di smantellamento a Tocco da Casauria (Pescara). Il giovane è morto nell’ospedale di Pescara poco dopo il trasferimento da parte dei soccorsi accorsi sul luogo dell’incidente.
Il titolare 51enne  dell’azienda agricola “Ditta Cavaglià” di Torino è morto dilaniato da un mietitrebbia mentre stava effettuando la manutenzione del macchinario. Da inizio del 2020 è la sesta vittima sul lavoro in Piemonte.