Disabilità e lavoro su piattaforma digitale

Roma, 5 marzo 2024 – La continua innovazione tecnologica sta rendendo il lavorare sulle piattaforme digitali un fenomeno in crescita. Lo studio “OSH Pulse” dell’agenzia europea Eu-Osha stima che circa il 6% dei lavoratori nei 27 Paesi dell’Ue, Islanda e Norvegia riceva parte del proprio reddito da piattaforme digitali. Questi lavoratori sono coinvolti in diversi settori, dalla tecnologia dell’informazione e della comunicazione alla ristorazione, dai trasporti ai servizi di supporto amministrativo.
Secondo una ricerca delle istituzioni europee, le piattaforme digitali mostrano il vantaggio di ridurre le barriere all’ingresso e al reinserimento nel mercato del lavoro, consentendo una maggiore partecipazione, soprattutto per i soggetti svantaggiati ed emarginati. Inoltre, questo tipo di lavoro può fornire una fonte di reddito aggiuntiva o alternativa in quanto può essere combinato con altre forme di lavoro o responsabilità di assistenza familiare, oltre a sviluppare competenze ed esperienza