31 gennaio 2020 – Online sul sito INAIL i dati provvisori relativi ad infortuni – nel complesso e con esito mortale – e malattie professionali presentate entro il mese di dicembre.
Nel 2019 le denunce di infortunio sul lavoro presentate all’Istituto sono state 641.638 (+0,1% sul già grave numero del 2018). Lo fa sapere l’Istituto spiegando che le denunce di infortunio mortale sul lavoro sono state 1.089 con un calo del 3,9%. La flessione – aggiunge l’INAIL – è da ritenersi, in ogni caso, “poco rassicurante” dato che il 2018 aveva avuto più incidenti plurimi.
A livello nazionale, dai dati rilevati al 31 dicembre di ciascun anno, emerge una riduzione di 41 denunce per i casi mortali occorsi “in itinere” (da 347 a 306) e di tre denunce per quelli avvenuti “in occasione di lavoro” (da 786 a 783).
Mentre calano gli infortuni crescono le denunce di malattia professionale: quelle protocollate dall’INAIL nel 2019 sono state 61.310, 1.725 in più rispetto al 2018 (+2,9%).

#diamoinumeri #sicurezzasullavoro #sicurezzaallavoro #cambiamolastoria #nonraccontiamocifavole #bastamoriredilavoro #opendatainail #noicisiamo #ANMIL #zoelloforni