Covid-19, in Francia paga sospesa ai sanitari No Vax

Roma, 14 luglio 2021 – Il personale sanitario che non si sarà completamente vaccinato entro il 15 settembre non potrà più lavorare e non verrà più pagato: è quanto riferito oggi dal ministro della Salute francese, Olivier Véran, dopo l’annuncio di ieri sera dal presidente Emmanuel Macron per scongiurare una quarta ondata legata alla variante Delta del coronavirus. “A partire dal 15 settembre, se siete medici o paramedici e non siete vaccinati, non potrete più lavorare e non verrete più pagati”, ha dichiarato Véran ai microfoni di LCI. Quanto all’estensione dell’obbligo di pass sanitario in bar ristoranti, treni, aerei, “non è un ricatto” ma una misura necessaria per evitare di “chiudere il Paese”, ha detto a BFM-TV.
Il pass sanitario, che serve a comprovare la completa vaccinazione contro il Covid-19, la recente guarigione o la realizzazione di un test negativo, diventerà obbligatorio a fine luglio per entrare nei luoghi di cultura di oltre 50 persone, come anche in numerosi cinema della Francia. A inizio agosto, la misura verrà estesa in moltissimi altri campi di attività, come bar, ristoranti, centri commerciali, lunghe tratte in treno, pullman, aerei. Dinanzi all’inquietante avanzata della variante Delta, Macron è corso ai ripari annunciando una grande offensiva per indurre i connazionali a vaccinarsi al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.