Il Presidente ANMIL Forni: bene impegno di Conte per la prevenzione degli infortuni sul lavoro

9 settembre 2019 – “Intendiamo realizzare un piano strategico di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. Il numero, ancora troppo elevato, di decessi e di gravi infortuni sul lavoro, non può essere tollerato, è un allarme al quale dobbiamo prestare la massima attenzione. Non possiamo accettare che in Italia – nello svolgimento della propria attività lavorativa – si possa morire o subire gravi e irreversibili danni fisici”. Queste le parole del premier Giuseppe Conte, intervenuto in Aula alla Camera nel giorno del voto di fiducia al nuovo Governo, accolte con soddisfazione dal Presidente Nazionale dell’ANMIL Zoello Forni. “E’ la prima volta che un Presidente del Consiglio dedica spazio al tema della prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali in un discorso programmatico delicato come quello odierno” dichiara Forni. “Come ANMIL abbiamo più volte espresso la necessità di un impegno condiviso tra tutti i soggetti istituzionali a vario titolo coinvolti su questo tema, che potesse tradursi in un vero e proprio Piano nazionale di lotta al fenomeno infortunistico. Le parole del premier Conte, proprio nel momento in cui i dati relativi ad incidenti sul lavoro e malattie professionali mostrano segnali di aggravamento preoccupanti, ci fanno sperare in una forte presa di coscienza che auspichiamo possa portare ad interventi incisivi”. “Dobbiamo lavorare sulla diffusione della cultura della sicurezza, già a partire dalle scuole, sulla formazione di tutti gli attori del ciclo produttivo, su controlli più efficaci e su una giustizia più rapida. Su questi e su altri temi” conclude Forni “l’ANMIL  è pronta ad un confronto costruttivo che possa contribuire all’attuazione pratica degli obiettivi del Governo”.