Concluso Obiettivo tricolore, l’augurio di ANMIL ad Alex

Roma, 1° luglio 2020 – Si è conclusa domenica 28 giugno a Santa Maria di Leuca in provincia di Lecce “Obiettivo tricolore”, la staffetta paralimpica che dal 19 al 28 giugno ha attraversato la Penisola fino a giungere nel cosiddetto “tacco d’Italia”, dove si incontrano il mar Adriatico e il Mar Jonio. Il progetto è stato pensato e realizzato da Obiettivo 3, la comunità voluta dal campione paralimpico Alex Zanardi per avviare i giovani disabili all’attività sportiva, per portare un messaggio di speranza all’Italia colpita dalla pandemia del #COVID 19. Purtroppo il campione paralimpico bolognese non ha potuto essere con i ragazzi che hanno concluso l’ultima tappa della staffetta a causa del grave incidente in cui è stato coinvolto il 19 giugno nel corso della tappa di Pienza in provincia di Siena in seguito al quale è stato sottoposto a un intervento neurochirurgico e maxillofacciale ed è tuttora ricoverato in coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva del Policlinico universitario Santa Maria alle Scotte di Siena. “La missione a cui Alex tiene tanto si è compiuta” sono state le parole della moglie Daniela Manni per salutare gli atleti che hanno voluto portare a termine la gara, nonostante tutto, per dare forza ad Alex affinché possa di nuovo rialzarsi e tornare ad essere il campione di prima.
In Piazza San Giovanni XXIII erano presenti anche il Presidente della Federciclismo Renato di Rocco e il commissario tecnico della Nazionale Italiana di para ciclismo Mario Valentini.
“Il messaggio è tenere duro, come ci ha insegnato Alex” ha affermato Manolo Simeoni, ciclista di Valmontone, uno dei protagonisti della tappa che ha attraversato Lazio e Abruzzo, e “le emozioni sono state molte e nei primi chilometri non riuscivo a sciogliermi. Mentre pedalavo, però, il pensiero rivolto ad Alex ha fatto sì che mi sciogliessi e proprio per lui, sapendo che sarebbe stato fiero di noi, sono andato avanti”.
“Obiettivo Tricolore – dichiara la handbiker Ana Vitelaru – è stato portato a termine, 103 km di pedalata per Alex e con Alex. È stata una giornata intensa, piena di emozioni, pelle d’oca e lacrime – racconta – molto più di quello che si possa pensare. Eravamo in tanti, anche chi non c’era fisicamente era come se ci fosse – aggiunge – abbiamo finito noi la staffetta per il significato che ha. Andiamo a casa senza dubbio più ricchi”.
Ad Alex Zanardi va il più sentito augurio di pronta guarigione anche dall’ANMIL e da ANMIL SPORT Italia.

Per ulteriori informazioni sul tema dello sport per disabili e sui servizi associativi
è possibile chiamare il Numero Verde ANMIL gratuito 800.180943,
che, a fronte delle grandi richieste pervenute, è stato ampliato
e ora è attivo dal lunedì al venerdì, con orario continuato, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

#sprt #AnmilSportItalia #sicurezza #prevenzione#staffetta #ObiettivoTricolore #AlexZanardi #PierinoDainese #handbike #federciclismo #Cip #security #prevention #relayrace #disabilità #disability