Roma, 13 luglio 2021 – ANMIL ha sostenuto l’impresa di Paolo Cianalino – Socio di Torino che in seguito ad un incidente sul lavoro avvenuto 20 anni fa è rimasto cieco ad un occhio – che lo scorso fine settimana ha scalato il Monte Bianco. Dopo essere partito dalla Val Veny a 1800 metri di quota, ha raggiunto i 10 km del suo percorso passando sulla morena del ghiacciaio per poi salire al rifugio Gonella a quota 3071 metri. All’una di notte, dopo aver riposato, è poi ripartito scalando per quattro ore il ghiacciaio nel buio più totale percependo come particolarmente pericolosi i grandi crepacci attorno a sé. Dopo aver attraversato una cresta di roccia ha raggiunto il colle Des Aigulles Grises fino poi a Piton Des Italians (circa 4012 metri) e la capanna Vallot. Superata una cresta ripida è arrivato sulla vetta del Monte Bianco, dove ha apposto una bandiera con il logo dell’ANMIL.

 

P1020336
P1020345
Ispettoratonazionaledellavoroindividuatiitrasgressori61
WhatsAppImage2021-07-11at1847143
Ispettoratonazionaledellavoroindividuatiitrasgressori60
previous arrow
next arrow