PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Cassazione: ricorso per tumore da amianto

Roma, 17 aprile 2023 – La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso di un lavoratore che aveva sviluppato un tumore alla laringe in seguito all’esposizione all’amianto durante l’attività lavorativa. La notizia è stata resa nota dal Codacons che ha diffuso in un comunicato la decisione del Giudice del Lavoro del Tribunale di Venezia che per tale ragione aveva condannato gli ex datori di lavoro del dipendente. Il lavoratore, deceduto nel 2019 a 68 anni, aveva infatti prestato servizio in uno stabilimento in cui era stata accertata la presenza di amianto dal 1971 al 2006.
Nello specifico, la Cassazione nell’accogliere il ricorso del lavoratore ha altresì riconosciuto una rendita per aver contratto tale malattia professionale. “La sentenza – sottolinea il Codacons – è di grande importanza soprattutto dal punto di vista del nesso di causalità, in quanto i giudici nonostante la presenza di altre possibili cause (il lavoratore era un fumatore) hanno ritenuto che fosse dimostrato il fatto che il tumore alla laringe potesse essere stato causato dall’esposizione all’amianto, riconoscendo quindi il giusto risarcimento”.
Sul problema dell’amianto prende posizione anche la Confederazione unitaria di base (Cub) che “condanna le condizioni in cui ancora troppi si trovano a subire quotidianamente sul luogo di lavoro”. “La sicurezza e la tutela sui luoghi di lavoro, che causano malattie o incidenti a volte fatali e invalidanti, e la denuncia di quanto non viene fatto, nella pratica e a livello legislativo, sono fondamentali” afferma il sindacato che torna a chiedere l’introduzione del reato di “omicidio sul lavoro”.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO