PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Casellati: nuove norme su disabilità in arrivo

Casellati: nuove norme su disabilità in arrivo

Casellati: nuove norme su disabilità in arrivo

Roma 17 maggio 2024 – La ministra per le Riforme Costituzionali, Maria Elisabetta Casellati, ha annunciato l’imminente completamento dell’attività di semplificazione, riordino e riorganizzazione della normativa relativa alla disabilità. Durante l’inaugurazione dell’In&Aut Festival in piazza Città di Lombardia a Milano, Casellati ha dichiarato: “Sta per essere completata” questa attività, avviata mesi fa, che sarà presto illustrata in una conferenza stampa congiunta con la collega Locatelli.
Grazie a questo lavoro, il governo potrà rivedere e snellire gli attuali meccanismi di verifica dell’invalidità e dell’inabilità, sia ai fini assistenziali che previdenziali.
La ministra ha sottolineato come queste riforme potranno rendere più facile l’accesso alle agevolazioni lavorative per le persone con disabilità e semplificare le procedure per i caregiver che fungono da amministratori di sostegno per i loro congiunti. “Si tratta di interventi che puntano a dare risposte più rapide e ‘liberare’ dalle pastoie burocratiche chi è già oppresso da situazioni personali e familiari di disagio. Piccoli passi ma concreti”, ha spiegato Casellati, ribadendo che il governo non vuole girarsi dall’altra parte davanti ai diritti dei più fragili.
In aggiunta, Casellati ha annunciato un nuovo disegno di legge volto a introdurre la “certificazione di inclusione”. Questo riconoscimento dello Stato sarà rivolto alle imprese virtuose che assumono lavoratori disabili, ispirato a modelli esistenti per la parità di genere.
“Per la prima volta in Italia, l’inserimento di persone diversamente abili per un’azienda da obbligo diventerebbe merito, garantendo alla stessa un peso specifico nei rating, ad esempio, del mondo bancario ma anche nel sociale e sul mercato”, ha spiegato la ministra.
Casellati ha concluso sottolineando l’importanza di questo messaggio per i rapporti tra lo Stato e le imprese: “L’inclusione non sia più un’imposizione ma un’iniziativa virtuosa e da premiare”.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO