Roma, 25 giugno 2020 – Lo afferma Mara Carfagna, vice presidente della Camera, in merito alla questione soprattutto al femminile sulla conciliazione casa-lavoro: “Le 37.000 neo-mamme che, secondo i dati Inl, si sono dimesse nel 2019 ci lanciano un segnale che non può più essere ignorato. Dobbiamo favorire la conciliazione lavoro-maternità con una seria riorganizzazione del welfare e incentivare l’#occupazione femminile. Pensare di uscire dalla crisi economica post #Covid lasciando da parte le donne è miope e insensato. Per questo, dovremo utilizzare una buona parte dei fondi che arriveranno dall’Europa con il Recovery fund, per creare più posti negli asili nido, introdurre l’assegno universale per i figli, aiutare le donne a trovare lavoro. Ho depositato alla Camera una proposta di legge, che prevede tra i vari punti un credito d’imposta in favore delle imprese che assumono una donna in più rispetto all’organico dell’anno precedente. È una priorità da cui partire, perché più donne occupate significa più crescita e più ricchezza per l’Italia”.

Per ulteriori informazioni sul Patronato ANMIL e sul CAF ANMIL e gli altri servizi associativi
è possibile chiamare il Numero Verde ANMIL gratuito 800.180943,
che, a fronte delle grandi richieste pervenute, è stato ampliato
e ora è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

#donne #casalinghe #carriera #genere #lavoro #emancipazione #women #housewives #career #mom #genre #work #emancipation #conciliazionecasalavoro