Caporalato, in arrivo mappatura lavoratori stranieri

Roma, 20 ottobre 2021 – Sono attesi attorno al 20 novembre i risultati di una mappatura dei lavoratori stranieri coinvolti nel caporalato. Ad annunciarlo è stato il ministro del Lavoro Andrea Orlando nel corso dell’insediamento al Viminale della Consulta contro il caporalato presieduta dall’ex ministro dell’Interno e del Lavoro, Roberto Maroni.
“Passi avanti – ha spiegato Orlando – sono stati fatti sul fronte della repressione; ora dovremo concentrarci a risalire la filiera e capire quali sono gli elementi che spingono in quella direzione: ribasso dei prezzi, forme di dumping che producono concorrenza selvaggia. Non basta la repressione, occorre fare leva sulla responsabilità sociale delle imprese e stimolare a considerare il prodotto non solo per quanto costa ma per come è stato prodotto”.
In questo contesto, ha aggiunto, “una figura del prestigio e dello standing di Maroni, con la sua esperienza ed il suo curriculum, ci può dare una mano importante”.

I risultati della mappatura sono la condizione base per l’utilizzo dei 200 milioni nel Pnrr destinati al superamento dei ghetti.