Caporalato: il Ministro Orlando partecipa al Convegno CNEL

Roma, 3 febbraio 2022 – “Contro il caporalato bisogna investire in trasporto e alloggio. Rendere inutile il caporale è la migliore strategia che si può mettere in atto”. Lo ha affermato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, intervenuto al Convegno “Qualità del lavoro in agricoltura. Contrastare lo sfruttamento, in difesa dei lavoratori e delle aziende sane”, organizzato dal CNEL. Come sottolinea il Ministro, spesso i lavoratori agricoli finiscono nella rete dei caporali perché ricattati su questi due aspetti essenziali, motivo per cui “Il Ministero e l’ANCI hanno promosso una mappatura, ora conclusa,  relativa alla presenza dei lavoratori stranieri impegnati nell’agroalimentare che vivono in realtà informali o formali all’interno dei comuni italiani. Hanno risposto 3.833 comuni, di cui 38 hanno insediamenti di carattere informale”.
“Il caporalato nell’agricoltura” ha proseguito Orlando “è un fenomeno più chiaro ed evidente che però sta diventando diffuso anche in altri settori: dall’edilizia alla logistica intermediata da algoritmi, dove la patina dell’innovazione tecnologica nasconde fenomeni molto simili a quelli di cui stiamo parlando. Non c’è una piattaforma che intermedia i lavoratori stagionali, c’è quella per fare la consegna a casa, ma i meccanismi che mettono in moto sono gli stessi. Rischiamo di avere accanto ai caporali tradizionali anche dei caporali digitali”.
A margine del Convegno il Ministro Orlando è tornato a parlare della tragica vicenda di Lorenzo Perelli, il giovane morto nel suo ultimo giorno di stage in alternanza scuola-lavoro. “Con il Ministro Bianchi abbiamo attivato un tavolo per rivedere complessivamente tutte le fasi in cui i ragazzi vanno sui luoghi di lavoro” ha dichiarato Orlando “Si tratta di fare in modo tale che non si vada semplicemente in luoghi di lavoro, ma in luoghi di lavoro che abbiano una sorta di certificazione ulteriore, una specie di bollino blu”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.