Calderone: Strategie aumento occupazione femminile

Roma, 8 marzo 2024 – La ministra del Lavoro, Marina Calderone, ha recentemente espresso la necessità imperativa di incrementare l’occupazione femminile in Italia come parte integrante di una strategia più ampia per stimolare la crescita economica del Paese. Ha evidenziato che, attualmente, poco più della metà delle donne italiane è impiegata, una percentuale che si discosta notevolmente dagli alti tassi di occupazione femminile registrati nei paesi del Nord Europa. Questo divario non solo rappresenta un problema di giustizia sociale, ma mina anche le prospettive di crescita economica e di sostenibilità dei conti pubblici.
In risposta a questa sfida, il governo si sta impegnando in un approccio strategico e sistematico per affrontare i molteplici fattori che influenzano l’occupazione femminile. Calderone ha sottolineato che l’aumento dell’occupazione femminile non solo favorisce l’inclusione economica delle donne, ma ha anche un impatto positivo sull’economia nel suo complesso, contribuendo alla crescita del PIL e alla riduzione del tasso di disoccupazione.
Per raggiungere questo obiettivo, il governo sta adottando una serie di misure di sostegno volte a rimuovere le barriere che ostacolano l’accesso delle donne al mercato del lavoro e a ridurre i fattori discriminatori. Tra queste misure vi sono l’aumento dell’assegno unico universale, il potenziamento dei bonus per gli asili nido e le agevolazioni fiscali per le imprese che assumono donne svantaggiate.
Inoltre, il governo sta lavorando per integrare nel programma europeo “Giovani donne e lavoro” iniziative mirate a valorizzare le competenze e le capacità delle donne nel mercato del lavoro, nonché a promuovere politiche di pari opportunità e di conciliazione tra lavoro e vita familiare.
Oltre a concentrarsi sull’occupazione femminile, Calderone ha anche affrontato la questione della sicurezza sul lavoro, un tema di fondamentale importanza per il benessere e la protezione dei lavoratori. Ha sottolineato l’importanza di un approccio equilibrato che combini sanzioni severe per coloro che violano le norme sulla sicurezza sul lavoro con incentivi per promuovere comportamenti responsabili da parte delle imprese.
Per garantire il rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro, il governo ha annunciato un aumento significativo dei controlli, con l’obiettivo di garantire un ambiente di lavoro sicuro e salutare per tutti i lavoratori.
In conclusione, l’impegno del governo per aumentare l’occupazione femminile e migliorare la sicurezza sul lavoro riflette la sua determinazione a promuovere una crescita economica inclusiva e sostenibile, che tenga conto delle esigenze e dei diritti di tutte le persone, indipendentemente dal genere.